In August 1834 there was a terrible avalanche in Poschiavo when days of heavy rain caused the glacier on Piz Varuna to collapse and bring down a deluge of rocks and trees. Our great great great grandfather Giovanni Antonio Marchesi, who established the Aino Mill, thought death was near. The house was filled with debris, the door was blocked and his wife and children were terrified. He had to find a safe refuge away from the devastation.

Over the years there have been several less serious events and in 1987 there were great storms throughout Europe. In the Poschiavo Valley, history repeated itself, with late snowfalls in May and June followed by warm weather in July causing snowmelt. On Piz Varuna, massive rock and debris falls came into the River Poschiavino. The bridge at Cimavilla at the upper end of the town was completely blocked causing a great flood which swept into the town. Following careful research, barriers were erected upstream and the bridge was redesigned to prevent obstruction and to allow water to flow down river.

These photographs show the devastation caused by this natural disaster. Great tribute is due to the citizens of Poschiavo and their families and friends abroad, who restored their town with such speedy resolve.

Click here for photos

 

Italiano

Nella notte del 26 agosto 1834 c'era una valanga terribile nella Valle di Poschiavo dopo una grossa pioggia che ha causato una gran parte della ghiacciaio sulla Piz Varuna crollare e portare giù un diluvio dell'acqua, e dei detriti. Il nostro bis bis bisnonno Giovanni Antonio Marchesi, che abitava e lavorava nel Mulino Aino, pensava che la morte era vicino. La casa è stata riempita dei detriti, la porta è stata bloccata e sua moglie e i bambini sono stati atterriti. Ha dovuto trovare un rifugio sicuro via dalla devastazione.

Nell'estate del 1987 c'erano i tempeste grandi nel Europa. Nel luglio nella Valle di Poschiavo, la storia ha ripetuto se stessa, dopo una grossa pioggia sul Piz Varuna che ha causato cadere i massi ed i detriti nel fiume Poschiavino. Il ponte di Cima Villa era bloccata completamente e un inondazione grande ha spazzato il Borgo. In seguito della ricerca attenta, il ponte era ricostruito per evitare l' ostruzione e permettere l'acqua fluire via nel fiume.

Queste fotografie mostrano la disatrosa alluvione e si deverendere omaggio ai cittadini di Poschiavo e le loro famiglie ed amici all'estero, che hanno ristabilito la loro città con tanta velocità e risolutezza.

Per vedere alcuni fotografie, clicca su questo link:-